Radiazione per esportazione auto in Germania: come funziona

Life is better when shared!

Circa un mese fa ti ho spiegato come immatricolare l’auto in Germania, ora non ti rimane altro che radiare la macchina a seguito dell’esportazione in terra germanica. Perchè cancellare l’auto dal PRA? Come si procede alla radiazione? Quanto costa? Le risposte le trovi qui sotto. Partiamo! 🙂

Radiazione per esportazione: perchè farla?

Radiare l’auto dal Pubblico Registro Automobilistico ti esonera, anzitutto, dal pagamento del bollo auto in Italia – (mica poco eh!) – e ti permette inoltre di poter stornare la polizza RC AUTO con la compagnia assicuratrice italiana ricevendo così il relativo rimborso di una parte del premio già pagato.

Nota a margine: grazie alla radiazione (e quindi allo storno della polizza) potrai richiedere alla tua compagnia assicuratrice italiana un certificato di rischio internazionale (o ATR estero) che servirà per farti riconoscere in Germania la classe di merito. Purtroppo, a me, sono stati riconosciuti soltanto gli ultimi 5 anni senza incidenti…

In Germania, ad ogni modo, le assicurazioni auto sono decisamente più economiche che in Italia e quindi riuscirai a spuntare un ottimo prezzo nonostante la classe di merito! 🙂

Da soli o tramite il Consolato: le modalità per radiare l’auto

La radiazione dal PRA per esportazione è una pratica abbastanza semplice da espletare, puoi occupartene personalmente oppure attraverso le sedi del Consolato Italiano in Germania. Io, ho optato per la secondo soluzione e tutto è filato liscio come l’olio!

Ho scelto di radiare l’auto tramite il Consolato per due motivi:

  1. la mia sede ACI di competenza si trova a 1.100KM, non proprio dietro l’angolo!
  2. il Consolato si occupa di tutte le pratiche noiose e tu non devi fare (quasi) niente
  3. se qualcosa va storto hai sempre un’interlocutore a cui fare riferimento, se opti per il “fai da te” invece…
Radiazione auto per esportazione

Parte superiore del modello NP3C

Costi della radiazione dell’auto attraverso il Consolato d’Italia

Se come me deciderai di affidarti al Consolato d’Italia per effettuare la radiazione della tua automobile in Germania, ti serviranno questi documenti:

  • Zulassungsbescheinigung TEIL II (te lo rilascia la Motorizzazione tedesca al momento dell’immatricolazione)
  • MOD. NPP3C compilato. Lo puoi scaricare qui dal sito dell’ACI
  • Il tuo codice fiscale
  • La tua carta d’identità
  • Dichiarazione di ritiro targhe e documentazione auto italiana (dovrai richiederlo alla Motorizzazione tedesca il giorno stesso che immatricoli l’auto)
  • Fotocopia f/r del libretto di circolazione italiano (fanne diverse copie perchè la motorizzazione tedesca tratterà l’originale)
  • Fotocopia f/r del certificato di proprietà (idem come sopra, fanne diverse copie)

Ultima cosa necessaria: la copia del bonifico di € 73,15 per le spese di radiazione. Le coordinate le trovi qui sotto:

Banca Nazionale del Lavoro Roma
Servizio Tesoreria
Filiale BNL 11 – Via Marsala 6 – cap 00185 ROMA
(RM) – ITALY
IBAN: IT03W0100503211000000200044
Switf Code: BNLIITRRXXX
Causale: “Italiani all’estero – Radiazione per esportazione, veicolo targato XX234XX”

Ultimo passo: prendi appuntamento al Consolato e chiudi la pratica

A questo punto non ti resta che prenotare un’appuntamento con l’ufficio “LAS” del Consolato d’Italia e chiudere la pratica. L’appuntamento lo prendi comodamente online utilizzando i dati di login come hai fatto per l’iscrizione all’AIRE. Te lo ricordi? Ho scritto un’articolo tempo fa, se te lo fossi perso dagli un’occhiata…lo trovi qui.

Il giorno dell’appuntamento porta con te tutti i documenti – (e un po’ di pazienza!) – e in poco più di un’ora il “capitolo radiazione” sarà chiuso!

Dopo circa 20 giorni, inoltre, riceverai dal PRA della tua provincia tutta la documentazione originale relativa alla radiazione.

Che ne dici? E’ abbastanza facile, dai! 😉

Life is better when shared!
Tags:
  • Adrian Dragan

    salve,voglievo chiederti se hai pagatto il bollo anuale al consolato?

    • Salve Adrian, il bollo tedesco viene addebitato direttamente sul tuo conto corrente tedesco.

  • Giandomenico Plaino

    Grazie mille Cristiano, utilissimo questo blog…Alles Gute, ciao…

  • Aina Daniele

    Ciao Cristiano, innanzitutto complimenti per i tuoi Blog.
    E’ da Maggio dell’anno scorso che abito vicino Frankfurt e a Settembre 2014 ho immatricolato la mia Auto in Germania.
    Fino a oggi non ho ancora fatto la Radiazione in Italia perchè ero convinto che una volta immatricolata in Germania veniva cancellata in Italia (Un operatore del Zulassungstelle ha detto così).
    Quindi, come hai scritto tu, mi toccherebbe radiare l auto in Italia e in più mi toccherebbe pagare il bollo da Gennaio 2015 fino a oggi in Italia, pur essendo già immatricolata in Germania?
    Grazie in anticipo per la tua risposta.
    Saluti
    Daniele

    • Ciao Daniele, grazie per i complimenti! 🙂

      Per il PRA, finchè la targa italiana non viene distrutta, è come se il veicolo circolasse ancora con tale targa. Per cancellare definitivamente la tua auto dal Pubblico Registro Automobilistico è necessaria la radiazione che, purtroppo, non avviene in automatico come sarebbe ovvio avvenisse fra due paesi dell’Unione Europea…

      E’ un’Europa strana, gli Stati non comunicano fra di loro, non cooperano e chi viene danneggiato è sempre l’ultimo anello della catena, cioè noi.

      Ad ogni modo, il mio consiglio è pagare il bollo dovuto per il 2015 scongiurando così problemi in futuro e cartelle di Equitalia nella cassetta della posta. Provvedi quindi alla radiazione tramite il Consolato di Francoforte prima che scada il prossimo bollo.

      Alla prossima!
      C.

      • Aina Daniele

        Ciao Cristiano, ok, grazie.
        Con la scusa che ho mia mamma che abita in Italia, le mando :
        Fotocopia del libretto tedesco,
        Fotocopia del libretto italiano
        Fotocopia certificato di proprietà italiano ,
        Cosi la faccio radiare direttamente senza dover andare al Consolato perché è un dramma ogn volta.
        Ti farò sapere come andrà a finire.
        Grazie.
        Buon week end
        P.S. Comunque, l’Italia deve sempre f…..e.

        Daniele

        • Certo Daniele, facci sapere com’è andata. La tua testimonianza potrebbe essere utile in futuro ad altri utenti!
          Buon we anche a te 🙂
          C.

  • Gezim Qadraku

    Ciao Cristiano, sono ancora io.
    Per quanto riguarda il modulo del bonifico bancario, l’hai preso dalla tua banca tedesca?
    Grazie e scusa le continua domande, ma l’inizio di una nuova esperienza non è mai facile.

    • Ciao Gezim! Non ti preoccupare per le domande, ci siamo passati tutti. 😉

      Il bonifico per le spese di radiazione è un normalissimo bonifico bancario, non serve nessun modulo particolare. Puoi farlo online – se hai accesso all’home banking – oppure allo sportello della tua banca.

      Ciao!

      • Gezim Qadraku

        Gentilissimo, grazie mille!

        Ciao!

  • Paolo Orsini

    Ciao Cristiano,

    per fare l’anmeldung bisogna presentare il contratto di affitto, quindi la durata deve essere minima di 1 anno? O anche di un solo mese, per poter conoscere l’ambiente del posto e se qualora non andasse bene si potrebbe cambiare?
    In quanto all’AIRE, viene richiesto di inoltrarlo al momento della registrazione di residenza o domicilio? Oppure si potrebbe farlo dopo 12 mesi?
    Siamo una famiglia di tre persone, quale e’ la metratura minima per l’abitabilita’ secondo la Legge tedesca?
    Grazie in anticipo.

    Paolo

    • Ciao Paolo!

      Ti rispondo per punti:

      1.
      Si, per fare l’anmeldung occorre almeno un contratto di affitto o
      dimostrare che vivi da qualcuno in pianta stabile. Non penso ci occorra
      una durata minima per l’anmeldung, l’importante è che in caso di
      trasferimento – (rimpatrio in Italia o cambio di casa) – venga fatto
      l’abmeldung.

      2. Per l’iscrizione all’AIRE hai tempo 90 giorni
      dall’espatrio ma se non sei sicuro di restare almeno 1 anno in Germania
      puoi regolare la tua posizione anche in seguito. Qui trovi un mio
      articolo al riguardo:
      http://www.backtofrankfurt.com/burocrazia/iscrizione-aire-francoforte/

      3.
      Non ho idea di quanto sia la metratura minima per l’abitabilita’ in
      Germania. Una volta arrivato in Germania potresti rivolgerti ad un
      tecnico per avere assistenza in riguardo.

      Un saluto 🙂
      C.

      • Paolo Orsini

        Ciao Cristiano, e’ un vero piacere di essere in contatto con una persona come lei!
        Credo di aver capito come si dovrebbe fare, il suo e’ un suggerimento davvero utile.
        In quanto alla ricerca di un alloggio temporale, un piccolo appartamento, in Norimberga, mi e’ parso piuttosto difficile per la comunicazione.
        Attualmente io e mia famiglia stiamo qui in Italia.
        Vorremmo passare un mesetto o piu’ per poter verificare la familiarita’ con l’ambiente del posto prima di intraprendere le cose piu’ importanti, quindi cosa mi consigliaresti?
        Ho gia’ visitato diversi siti, tra i quali immobilienscout24, ma si esigono contatti telefonici.
        Un saluto.

        • Ciao Paolo!

          Su http://www.airbnb.it/ ci sono tanti appartamenti e case in affitto “a tempo”. Potrebbe essere una soluzione comoda in un primo momento. 😉

          Un saluto
          C.

  • Mauro Da Dalt

    Buonasera Cristiano, innanzitutto ti ringrazio per i tuoi articoli, mi hanno dato maggiore chiarezza. Oggi ho richiesto al mio comune l’iscrizione all’AIRE, e successivamente procediró con l’immatricolazione dell’auto. Riguardo la radiazione di esportazione tramite consolato ho ancora qualche dubbio. Tu hai scritto che bisogna portare “la dichiarazione di ritiro targhe e documentazione auto italiana”, cosa intendi con questi documenti e come si ottengono?

  • Ivan Gaglioti

    Ciao Cristiano,

    ho immatricolato la mia auto in Germania ma ho dimenticato di farmi rilasciare la Dichiarazione di ritiro targhe e documentazione auto italiana..:-( . Posso sempre andare adesso e “semplicemente” richiederla (ancora non ci ho provato perche’ ho appena scoperto di aver bisogno di questa dichiarazione per effettuare la radiazione) oppure si complica un po’ tutto? Grazie.

    • Ciao Ivan!

      Come ho scritto anche nell’articolo qui sopra, la “dichiarazione di ritiro targhe e documentazione auto italiana” è necessaria per la radiazione. Secondo me sei ancora in tempo a fartela scrivere, torna allo Zulassungsstelle con tutte le carte che ti hanno rilasciato il giorno dell’immatricolazione e richiedi la dichiarazione.

      Questo è l’oggetto che è stato scritto sulla dichiarazione che mi hanno rilasciato quando ho immatricolato la mia auto in Germania: “Umschreibung eines bisher im Ausland zugelassenen Fahrzeuges auf deutsche Kennzeichen”.

      Il testo della dichiarazione contiene: alcuni dati personali, i dati dell’auto quando è stata immatricolata in Germania oltre al vecchio numero di targa italiano.

      Importante – (ai fine della radiazione) – è che nella dichiarazione sia indicato anche quanto segue: “Folgende Fahrzeugpapiere wurden einbehalten und zu den Akten gelegt: Carta di Circolazione und Certificato di Proprietà”.

      Alla prossima! 🙂
      C.

      P.S. per la dichiarazione ho pagato 5€.

      • Ivan Gaglioti

        Ciao Cristiano, grazie mille per la pronta risposta… gentilissimo. Adesso non mi resta che andare allo Zulassungsstelle. Grazie ancora e buon proseguimento!

  • Marco Capoano

    Ciao Cristiano un grosso GRAZIE . Non passandomela molto bene ho deciso di Ricominciare la Mia vita a Berlino devo fare la radiazione dell auto non avendo pagato gli ultimi due Bolli Che tu sappia me la faranno radiare ?

    • Ciao Marco!

      Sono sicuro che l’ACI, prima di farti radiare l’auto, ti chiederà il pagamento dei bolli arretrati. Io mi informerei all’ACI sul dovuto (bolli arretrati + sanzioni varie) e poi mi “toglierei il dente” pagando il debito e regolarizzando la posizione. Una volta fatto tutto puoi immatricolare tranquillo la tua auto in Germania.

      Alla prossima! 🙂
      C.

  • Marco Capoano

    Grazie Della risposta gentilissimo

  • Mic The

    Ciao mi potresti dire alcune cose: cos’è il Zulassungsbescheinigung TEIL II

    Ho scaricato il file NP3C, scusa l’ignoranza ma devo compilare solo il punto D? TARGA (immagino quella italiana), nota di richiesta delle seguenti formalità (non so cosa sia) CODICE (di che?)…
    non so nemmeno nel punto A quali sono: classe codice telaio elementi fiscali.

    Dichiarazione di ritiro targhe e documentazione auto italiana (dovrai richiederlo alla Motorizzazione tedesca il giorno stesso che immatricoli l’auto)… le mie vecchie targhe le ho tenute, le devo portare al consolato? Documentazione auto italiana, se ti riferisci a libretto di circolazione e di proprietà, me li hanno ritirati e ho avuto indietro una copia di essi con un timbro.

    La spesa di € 73,15 è fissa o cambia a seconda della regione?

    Scusa per tutte queste domande ma cambiare ste dannate targhe si sta rivelando tutto purché facile

    Ciao!

  • Jimmy

    Ciao Cristiano sto riscontrando difficoltà nel compilare il bonifico bancario, non riesco a capire dove inserire la causale e mi sembra che non ci sia abbastanza spazio per informazioni del destinatario.
    Spero tu posso darmi una mano, ti ringrazio.

  • Giuseppe Albini

    Ciao Cristiano, grazie per le preziose info. Non riesco tuttavia a scaricare il modello NPP3C dal sito ACI. Anche altri hanno questo problema?

    • Ciao Giuseppe,
      prova così:

      – vai sul sito ACI >> http://goo.gl/NGFsbq
      – posizionati con il mouse sopra il link del modello NP3C in pdf
      – clicca il tasto destro del mouse
      – a questo punto si apre una piccola finestra dove devi cliccare su
      “salva destinazione con nome” o simile (la dicitura può cambiare in base
      al browser che utilizzi)
      – salva il documento pdf dove preferisci (sul desktop o sul tuo hard disk) e poi stampi il modulo

      Ciao! 🙂
      C.

      • Giuseppe Albini

        Grazie l’ho scaricato alla fine… Non ho capito quale parte devo compilare: B, C, D, I vanno compilati?