Immatricolare Auto in Germania: ecco come ho fatto

Life is better when shared!

Ohhhh…finalmente hai trovato casa a Francoforte, hai sistemato un bel po’ di scartoffie dopo il trasloco, fra cui l’anmeldung e l’iscrizione all’Aire. Prima di rilassarti del tutto, però, c’è un’ultima cosa che ti rimane da fare: immatricolare l’automobile in Germania (sempre che tu l’abbia portata con te!).

Immatricolare l’auto è obbligatorio entro 6 mesi

Registrare la tua auto alla motorizzazione tedesca – (d’ora in poi Zulassungsstelle) – è un obbligo che devi espletare entro 6 mesi dal momento in cui ti trasferisci. Se non lo fai rischi delle sanzioni nel caso di un controllo stradale da parte della Polizia.

Perchè targare l’auto in Germania? Due vantaggi su tutti: le assicurazioni RC Auto tedesche costano in media il 20-30% in meno, stessa cosa per il bollo auto. Mica male, no?!

Mille giri fra gli uffici: il “lavoro sporco” l’ho già fatto io…anche per te!

Ho dovuto fare un bel po’ di ricerche e girare qualche ufficio per reperire tutte le informazioni necessarie su come immatricolare una macchina in Germania. Risultato: in soli 3 giorni, e una spesa complessiva di 300€, ho immatricolato la mia auto in Germania! 🙂

Tra poco ti riassumerò nel modo più breve possibile tutto il processo per immatricolare l’auto in Germania. Prendi carta e penna oppure copia e incolla questo articolo su un documento di Word che poi stamperai e porterai con te.

N.B: Questa è la mia esperienza diretta nella regione dell’Hessen. Penso che l’iter sia uguale per tutte le regioni tedesche.

Sei pronto? Let’s go! 😉

Passo #1: richiedi il certificato COC alla concessionaria

Il certificato COC è un certificato di omologazione comunitaria sul quale sono scritte le caratteristiche della tua automobile. E’ obbligatorio, senza questo attestato non puoi immatricolare la tua auto in Germania. Nel 99% dei casi dovrai pagare per ottenere un certificato COC, nel mio caso ho speso 62€.

Ci sono tre modi per ottenere il certificato:

1) Vai nella concessionaria più vicina della tua automobile – (io ho una Mini e sono andato direttamente al centro Mini a Francoforte) – e richiedi il certificato COC. Porta con te il libretto di circolazione ed il certificato di proprietà dai quali vengono estrapolati il numero di telaio e altri dati necessari per ordinare il certificato. Paghi subito alla concessionaria e dopo qualche giorno puoi andare a ritirarlo.

2) Ordinarlo online su questo sito

Consiglio personale: vai direttamente alla concessionaria e ordina il certificato.

3) UPDATE GENNAIO 2016: un lettore del blog mi ha fatto notare che anche presso alcuni centri TÜV è possibile richiedere il certificato COC. Prima di rivolgerti al concessionario, quindi, prova a chiedere info ai centri TÜV vicini a te!

Certificato conformita' COC Auto

Passo #2: prenota il TÜV per fare la revisione

La revisione, chiamata TÜV in Germania, è obbligatoria per immatricolare un’auto. Il TÜV puoi farlo con la targa italiana, nessun problema.

Dove farlo? Ti consiglio di rivolgerti ad un centro TÜV statale, ogni regione ha il suo. Per esempio questo è il sito del TÜV Hessen. Per trovare il centro più vicino a te è semplice: cerca su Google “TÜV + la città più vicina a te”. 😉

La revisione, nella maggior parte dei casi, puoi prenotarla online scegliendo il giorno e l’orario che preferisci. Il costo varia dai 90 ai 106€ a seconda dell’età dell’auto. Devi prenotare solo la HU (Hauptuntersuchung) in quanto la AU (Abgasuntersuchung) è già inclusa nel prezzo.

Il giorno dell’appuntamento ti presenti al centro TÜV e in circa 30 minuti la revisione è fatta. Ti rilasceranno due fogli che dovrai consegnare alla motorizzazione (Zulassungsstelle) insieme agli altri documenti.

TÜV revisione auto Germania

Passo #3: rivolgiti ad un’assicurazione e ottieni un eVB

Per immatricolare la tua macchina in Germania hai bisogno di un’assicurazione RC  Auto, così come in Italia. Per il primo anno ti consiglio di scegliere un’assicurazione che abbia almeno una sede fisica vicino a te, questo ti sarà utile perchè potrai parlare di persona con un addetto e non con un “semplice” operatore telefonico.

L’assicurazione la puoi stipulare prima di immatricolare l’auto. L’addetto della compagnia ti chiederà alcuni dati, sia personali che della macchina per farti un preventivo dettagliato. Una volta che accetti la proposta ti rilasciano un codice provvisorio (eVB – elektronische Versicherungsbestätigung) il quale certifica che hai stipulato un’assicurazione e sei coperto non appena l’auto viene immatricolata. Questo codice portalo con te il giorno dell’immatricolazione insieme a tutti gli altri documenti.

Importante: l’attestato di rischio della tua vecchia assicurazione italiana non è valido per farti riconoscere la classe di merito. Dovrai richiedere alla tua compagnia un certificato ATR in inglese, ossia un certificato di rischio internazionale. Solo così ti riconosceranno, quantomeno, che per 5 anni non hai avuto incidenti. Considera che i prezzi sono già vantaggiosi anche solo con la certificazione che per 5 anni non hai avuto incidenti!

Passo #4: ci sei quasi. Ecco il grande giorno!

E’ arrivato il grande giorno, prendi tutti i documenti e vai alla motorizzazione. Di seguito trovi una breve checklist per essere sicuro di non scordarti niente.

I documenti da portare con te:

  • Certificato COC
  • Fogli del TÜV
  • Codice eVB della polizza assicurativa
  • IBAN del tuo conto corrente (dove addebiteranno il bollo auto annuale)
  • Documento di identità
  • Targhe italiane
  • Libretto di circolazione e certificato di proprietà
  • Anmeldung (qualora te lo chiedessero)
  • Almeno 100€ cash per pagare le spese di immatricolazione + le targhe

Appena arrivato alla motorizzazione vai al banco con tutti i fogli, le targhe italiane, il libretto di circolazione ed il certificato di proprietà.

Ti daranno un numero e dovrai aspettare fino al tuo turno. Quando toccherà a te entrerai in una stanza e l’addetta completerà la pratica insieme a te in meno di 10 minuti. Ti chiederà se hai un desiderio per il numero di targa – (ebbene si, in Germania puoi personalizzare la targa!) – oppure te ne assegnerà una “d’ufficio”.

Nota importante 1: manifesta la tua volontà di trattenere le targhe italiane. Ti serviranno in seguito  per la radiazione dell’auto in Italia.

Nota importante 2: Tieni conto che la motorizzazione tedesca tratterrà sia il libretto di circolazione sia il certificato di proprietà. Per questo motivo ti consiglio di farti un bel po’ di fotocopie dell’uno e dell’altro perchè ti serviranno in seguito per la radiazione.

Nota importante 3: Fatti rilasciare dalla motorizzazione tedesca una dichiarazione dove c’è scritto che hanno trattenuto il tuo libretto di circolazione ed il certificato di proprietà.

Alla fine del processo l’addetta ti consegnerà un foglio con il totale da pagare alla cassa per l’immatricolazione (circa 46€). Con la ricevuta che otterrai potrai farti stampare le targhe. Ci sono due modi per stampare le targhe: te le fai stampare direttamente alla motorizzazione – (di solito c’è una stanza apposta vicino alla cassa) – oppure se esci ci sono dei baracchini che te le stampano risparmiando qualche €uro. In media per due targhe (fronte+retro) si spende dai 18 ai 25€.

Appena hai le targhe torna dentro alla motorizzazione e vai di nuovo al bancone dove, sulle targhe, applicheranno i bollini del TÜV e della regione Hessen. Ti consegneranno inoltre il nuovo libretto dell’auto ed il certificato di proprietà (Zulassungsbescheinigung Teil I + Teil II).

Zulassungsbescheiningung teil 1 - 2

Finito! Ora esci, monta le tue nuove targhe e buon viaggio!

Nel prossimo articolo ti spiegherò come ho fatto la radiazione per esportazione della mia auto utilizzando il servizio offerto dal Consolato Generale di Francoforte.

Se hai altre domande o dubbi lascia un commento, proverò a risponderti! 😉

Life is better when shared!
  • valentina

    Ciao Cristiano! grazie per il post, sei stato molto chiaro. Ho però un dubbio: starò in Germania circa un anno, quindi dovrei seguire questa procedura. Se poi dovessi trasferirmi nuovamente in Italia, devo rifare tutto da capo o esiste un modo per “riabilitare” la vecchia targa italiana? Grazie!

    • Ciao Valentina! Grazie a te per il commento!

      Purtroppo no, una volta immatricolata l’auto in Germania (e radiata in Italia) non è
      più possibile utilizzare la vecchia targa. Nel caso di un tuo rientro in Italia dovrai re-immatricolare l’auto e quindi riceverai una nuova targa. Se hai altre domande chiedi pure. A presto! 🙂

  • stefano

    salve a tutti,volevo fare una domanada?
    se compro un’autovettura in germania(pero sono residente in italia) posso fare l’assicurazione per un anno e circolare in italia? l’assicurazione me la fanno anche se sono italiano? grazie anticipatamente

    • Ciao Stefano,
      sono sicuro al 90% che tu debba risultare residente in Germania per immatricolare e assicurare un’auto in Germania. Questo vale anche per il pagamento della tassa automobilistica tedesca, che avviene esclusivamente tramite addebito automatico su conto corrente tedesco.

      Per essere sicuro al 100%, però, ti consiglio di chiedere informazioni ad un’agenzia ACI.

      Un saluto! 🙂

  • Pierpaolo Porticella

    Volevo sapere quanto costa l’ assicurazione, cambio di proprietà e il bollo per una Fiat Coupe 2.0 16V. Purtroppo le agevolazioni ASI non valgono più a nulla. Qui in Italia ci costa molti soldi per pagare tutte queste tasse inutili sull’ auto. Proprio ieri ho scoperto che all’ estero e in particolare nel Regno Unito, il passaggio di proprietà per un’ auto da 200 cv, costa 30€!! Cosa conviene fare? Radiare queste stupende vetture dal maledettissimo PRA italiano e reimmatricolarle in UK. L’ unica soluzione!! Preferisco pagare il dovuto in UK piuttosto che regalare soldi allo Stato italiano. Attendo le Vostre idee e possibili soluzioni. Saluti.

  • Cristian Zuccarini

    Ciao Cristiano, grazie per il post, davvero molto utile! Volevo chiederti se devo fare il TUV anche se la mia macchina ha solo due anni. Grazie mille!

    • Ciao Cristian! Grazie per il tuo commento.

      Si, il TÜV devi farlo anche se la tua auto ha solo due anni. Il TÜV è un passaggio obbligatorio ogni qualvolta si desideri immatricolare un veicolo estero in Germania.

      Alla prossima! 😉
      C.

      • Cristian Zuccarini

        Grazie mille Cris!

      • Cristian Zuccarini

        Ciao Cristiano, il giorno del cambio delle targhe si sta avvicinando e volevo chiederti se hai qualche dritta per quanto riguarda le compagnie assicurative in Germania. Tu quale hai usato?

        • Ciao Cristian! Scusa il ritardo per la risposta ma il lavoro mi lascia poco tempo libero!

          Per il primo anno ho optato per un’assicurazione anche con sede fisica (DA Direkt) in modo da avere un referente da guardare negli occhi e non uno dei tanti operatori telefonici. Quando abitavo in Italia ho sempre avuto compagnie assicurative online ma parlavo la mia lingua…qui per il momento ho preferito fare così! 🙂

          Fra l’altro il prezzo che ho pagato per la polizza “Teil Kasko” è molto buono rispetto alle cifre alle quali ero abituato in Italia.

          Un saluto e…buon cambio targhe! 🙂
          C.

  • Gezim Qadraku

    Ciao Cristiano, tra ieri e oggi ho concluso la pratica del TUV e delle targhe nuove. E’ possibile che ci pensino loro alla radiazione della macchina? Visto che non mi ha lasciato tenere né le targhe né il libretto.

    • Ciao Gezim!

      No, non penso che se ne occupino loro direttamente. Il libretto è normale che lo abbiano trattenuto mentre le targhe, solitamente, vengono riconsegnate. Anche perchè senza le targhe italiane non è possibile radiare l’auto in quanto la distruzione delle stesse è un elemento essenziale per la “radiazione per esportazione all’estero”. Questo è quanto mi è stato detto un anno fa sia dall’ACI che dal Consolato Italiano di Francoforte che ha curato tutta la pratica per la radiazione della mia auto.

      A questo punto ti consiglio di contattare l’ACI e chiedere info al riguardo, magari sono cambiate alcune leggi nell’ultimo anno.

      Facci sapere com’è andata! Ciao 🙂
      C.

  • Lora Tekko Veronese

    Ho la domanda delle domande…. posso secondo voi immatricolare in germania la mia vecchia auto, che però non ha più fatto la revisione perchè me ne sono dimenticata? La mia macchina è in Berlino da un un po, ma di tanto in tanto veniva con me a Milano, ora credo sia troppo vecchia per affrotare il viaggio anche solo per fare la revisione quindi le alternative sono 2: o immatricolare a Berlino (se possibile) o rottamare che però è un peccato perchè funziona piuttosto ok..che dici cristiano? grazie mille!

    • Ciao Lora!

      Mmmhh…la tua domanda è da un milione di dollari! 🙂 La butto là ma con il beneficio del dubbio: secondo me puoi immatricolare tranquillamente la tua auto in Germania anche se la revisione “italiana” è scaduta. Durante tutto l’iter per l’immatricolazione (TÜV, Consolato, Zulassungsstelle, Versicherung, Radiazione & Co.) non mi è mai stato chiesto nulla al riguardo.

      Il problema della revisione italiana scaduta, nel caso, ci sarebbe solo se ti controllassero durante un posto di blocco su territorio italiano e in caso di sinistro sia in Italia che all’estero (presumo che hai ancora una compagnia assicurativa italiana).

      Non dimenticare che il TÜV – (la revisione tedesca) – è piuttosto fiscale e se l’auto non è in buone condizioni come hai scritto ci sono buone probabilità che non te la passano. Ad ogni modo ci proverei!

      Facci sapere com’è andata! 🙂
      C.

      • Lora Tekko Veronese

        Ciao Cristiano,

        grazie mille per la risposta! rapidissimo! anzi scusa che ti ringrazio solo ora! Approfitto per chiederti un altra questione: hai idea di come fuznioni il cambio di proprietà? La macchina è intestata a mia madre, di fatto l ho da sempre usata io, ma se immatricolo a Berlino, sarebbe sensato anche cambiare la proprietà.. ma forse è una cosa che bisogna fare in italia, in quanto mia mamma residente in italia?
        grazie moltissimo per il tuo supporto!

        • Ciao Lora!

          Si, il cambio di proprietà penso che vada fatto in Italia. Oltretutto, essendo l’auto intestata a tua mamma, potresti avere problemi durante il processo di immatricolazione qui in Germania.

          Non ho idea di come funzioni (o se ci sono agevolazioni) per un passaggio di proprietà fra componenti dello stesso nucleo familiare anche se penso che segua il normale iter burocratico.

          Facci sapere gli sviluppi! 🙂
          C.

  • Adriana Mariggio’

    Ciao Cristiano, ieri ho fatto il Tüv alla mia macchina, ora dovrei procedere col cambio targhe e assicurazione. La mia assicurazione italiana è scaduta però 5 giorni fa. Come procedo? Posso fare l’assicurazione tedesca senza aver prima cambiato le targhe ? Mi servirebbe l’assicurazione per circolare e portare a termine questo ultimi Step.
    Sono già in possesso di un preventivo e di un numeretto (anzi 7 caratteri) come Versicherungsbestätigungs-Nummer.
    Aspetto con ansia una tua risp. Grazie, Adriana

    • Ciao Adriana!

      Andiamo per punti:

      1. Stai girando con assicurazione scaduta, devi prestare molta attenzione.
      Il mio consiglio è di muoverti con i mezzi pubblici nei prossimi giorni e di espletare la pratica dell’immatricolazione il
      prima possibile. Il TÜV lo hai fatto, se hai anche il COC e tutti i documenti (che ho già scritto nell’articolo qui sopra) sei quasi arrivata. Il resto lo fai
      allo Zulassungsstelle in un’oretta.

      2. Se sei già in possesso di un preventivo con tanto di PIN hai già
      l’assicurazione. Attenzione però, l’assicurazione si attiva solo al momento
      dell’immatricolazione presso lo Zulassungsstelle, cioè poco prima che
      tu possa montare le nuove targhe.

      Un saluto 🙂
      C.

  • stefano

    Salve un informazione dovevo comprare un auto che si trova in italia con targa e libretto tedesco e vero che se faccio immatricolazione all aci non ho bisogno del passaggio non conosco la prassi

    • Ciao Stefano! Non sono un tecnico e non vorrei darti informazioni sbagliate…per questo ti consiglio di rivolgerti alla sede ACI più vicina a te e chiedere lucidazioni in merito. 😉

      C.

  • toto

    Ciao Cristiano, complimenti innanzitutto per le chiare informazioni nel tuo blog molto utili. Avrei una domanda, io e mio fratello fra qualche mese dovremmo partire e trasferirci in Germania. Trovare casa e lavoro, fare residenza ecc. Stiamo pensando di portarci l,auto e qui vorrei avere delle delucidazioni. L’auto e’ di proprieta’ di mia madre ed e’ ferma senza copertura assicurativa.Guardando i costi non ci conviene fare il.passaggio di proprietà in Italia (e’ una 1.6cc e qui costa oltre i 500 euro). L idea e’ quella di assicurarla in Italia e poi dopo aver trovato un lavoro in Germania (si spera che le cose vadino bene) acquistarne una li.La domanda e’ quindi questa: Possiamo circolare con l’auto di nostra madre (magari con qualche delega scritta ) regolarmente assicurata in Italia dopo che faremo la residenza in Germania?se si, quanto tempo possiamo circolare con l’auto una volta diventati residenti in Germania? Grazie in anticipo e spero che la tua risposta possa essere utile anche per altri.

    • Ciao Toto! Scusa il ritardo della risposta ma il tempo che ho da dedicare al blog è sempre meno…

      Penso che non ci siano problemi a circolare in Germania con l’auto di tua madre regolarmente assicurata. Ovviamente, in caso di controllo della Polizia, ti verrebbe chiesto perchè l’auto è intestata ad un’altra persona e in questo caso la delega potrebbe farti comodo purchè sia tradotta (da un traduttore giurato) in inglese oppure, ancor meglio, in tedesco.

      Ufficialmente hai 6 mesi di tempo – (dal momento che prendi la residenza) – per immatricolare l’auto in Germania. Dopo i 6 mesi, in caso di controllo stradale, potresti incorrere in alcune sanzioni.

      Un saluto! 🙂
      C.

  • Claus83

    Ciao,
    ho una domanda un pó rognosa: vorrei portare in Germania un´auto che é intestata a mio padre per usarla io. Chiaramente mio padre risiede ancora in Italia e non vorrei fare un passaggio di proprietá solo per questo… che tu sappia, sono obbligato anche in questo caso a fare il cambio targa?

    • Ciao Claus! Scusa il ritardo della risposta ma il tempo da dedicare al blog è veramente risicato!

      Veniamo alla tua domanda. Ufficialmente hai 6 mesi di tempo – (dal momento che prendi la
      residenza) – per immatricolare l’auto in Germania. Dopo i 6 mesi, in
      caso di controllo stradale, potresti incorrere in alcune sanzioni.

      In un primo momento puoi circolare senza problemi ma, prima o poi, dovresti comunque affrontare il problema.

      Un saluto!
      C.

      • Alessandra

        Ciao Cristiano, complimenti per l’articolo, davvero preciso ed esaustivo. Ho una situazione analoga a quella di Claus: ho qui in Germania l’auto di proprietà di mia madre, regolarmente assicurata.Tra qualche mese dovrò effettuare la revisione. Al centro TUV mi è stato detto che è vietato revisionare auto straniere, anche europee. L’unica soluzione sarebbe fare il passaggio di proprietà in modo che io, diventando proprietaria, possa reimmatricolare l’auto. La mia domanda è: come posso fare ciò se uno dei passaggi per l’immatricolazione è proprio fare questa revisione (Hauptuntersuchung) che loro mi dicono sia vietato fare? Grazie mille

  • Michael

    Ciao, ho bisogno di un consiglio urgente! spero che farai in tempo a rispondere:

    A fine mese mi scade l’assicurazione, vivo in Germania da quasi 3 mesi e devo ancora iscrivermi all’AIRE, al consolato posso prendere appuntamento solo per fine mese, posso nel frattempo iniziare a fare il TUV, e immatricolare l’auto in Germania o le due cose sono legate?

    Altra cosa, da qualche parte ho letto che il COC viene rilasciato quando fai la revisione se richiesto, e’ possibile?

    Grazie!

    • Ciao Michael!

      Ti rispondo al volo:

      1. L’iscrizione all’AIRE e l’immatricolazione non sono legate l’una con l’altra, quindi puoi tranquillamente fare già TÜV e immatricolazione. Ovviamente, per procedere con l’immatricolazione, devi risultare registrato con l’anmeldung presso il luogo dove abiti attualmente in Germania.

      2. Quando ho immatricolato la mia auto ho chiesto a 3 centri TÜV diversi se potevano procurarmi il certificato COC ma tutti mi hanno risposto che dovevo occuparmene personalmente. Ad ogni modo chiedi informazioni presso il centro TÜV dove farai la revisione, magari sarai più fortunato di me! 😀

      Alla prossima!
      C.

      • Michael

        Ciao! grazie ancora dei consigli, sono quasi pronto con tutti i documenti necessari, ma ho un altro dubbio:

        La targa l’hai smontata tu, quando hai parcheggiato in motorizzazione? e’ possibile?

        Perche’ devo arrivarci in motorizzazione in qualche modo, quindi non posso farmi smontare la targa dove sono stato a fare il TUV..

        • Ciao Michael!

          Si, la targa l’ho smontata e rimontata nel piazzale della motorizzazione il giorno stesso dell’immatricolazione. Il giorno prima, però, mi sono fatto montare dal mio meccanico di fiducia un “porta-targa” adatto alla dimensione delle targhe tedesche.

          Fra l’altro, nel “porta-targa” tedesco c’entra anche la targa italiana…quindi non sei mai senza targa! 😉

          Ciao!
          C.

          • Michael

            Quindi immagino che il porta targa italiano non vada bene 🙁
            Grazie mille delle info, lunedì vado in cerca di un meccanico allora!

          • Di niente! Ciao! 🙂

    • Nico

      Ciao, puoi tranquillamente iniziare a fare la revisione presso il TUV e iniziare le pratiche per l’immatricolazione. Le pratiche per residenza all’estero (AIRE) e immatricolazione auto in Germania sono scollegate.

      Il COC é svincolato dalla revisone TUV. Io l’ho richiesto presso ad un concessionario della zona. E’ stato easy. Due giorni ed era pronto. Un pó costosetto in BMW.

      Saluti!

  • Nico

    Ciao Cristiano,

    volevo innanzitutto ringraziarti tantissimo per questa guida che é un tesoro preziosissimo per molti.

    Ho completato oggi il cambio targhe e volevo aggiungere alla tua completissima guida, che presso la motorizzazione vi puó venire richiesto se desiderate anche la “Umweltplakette”. Non é altro che un adesivo da applicare al parabrezza dell’auto (si vede in giro solitamente di colore verde).
    E’ un adesivo che sta diventando obbligatorio in sempre piú cittá tedesche ed é necessario per poter circolare. In pratica attesta che la vostra auto rientra nelle normative europee anti-inquinamento e puó quindi circolare.

    Costa circa 40€. Non é obbligatorio avere questo adesivo ovunque, ma se capitasse di entrare in una cittá dove fosse richiesto, si potrebbe incorrere in sanzioni (non elevatissime, ma comunque scoccianti).

    Consiglio questi siti per ulteriori informazioni:
    http://www.german-way.com/travel-and-tourism/driving-in-europe/driving/driving-in-germany-green-zones/

    http://www.umweltbundesamt.de/themen/luft/luftschadstoffe/feinstaub/umweltzonen-in-deutschland

    • Ciao Nico!

      Sono contento che la guida e il blog siano utili. Grazie a te per il contributo riguardo la “Umweltplakette”, mi ero dimenticato di scriverlo! 🙂

      Alla prossima!
      C.

      P.S. Sei sicuro che la plakette costa 40€? Mi sembra di averla pagata molto meno ma è probabile che la memoria mi tradisca! 😀

      • Nico

        Oh, hai ragione. Errore mio. Mi sono confuso.
        La Umweltplakette, per quanto ne sappia, puó avere un costo variabile tra i 7€ e 19€.

        Scusate per l’errata info!

        Ciao!

  • Stefano

    Come funziona la storia dell’omologazione del gancio traino in Germania? C’è l’obbligo della trascrizione sul libretto di circolazione come in Italia, o lì non è obbligatorio?
    Ciao

  • riccardo

    Ciao christiano, volevo informarti che a me è stato dato un COC dal TÜV SÜD e anche ad un prezzo molto più basso di quanto mi ha chiesto la mia concessionaria (60€ invece di 180€). Vale quindi la pena informarsi prima se il TÜV lo può fornire o no, o almeno confrontare i prezzi.
    Peccato che io non mi sia informato prima: magari puoi modificare l’articolo con questo particolare? non tutti leggono i commenti qui sotto.

    • Ciao Riccardo!

      Grazie mille per l’informazione, provvedo quanto prima ad inserire la tua info nell’articolo.

      Presso i vari TÜV di zona (ben 3) ai quali mi rivolsi, purtroppo, non riuscii ad ottenere il COC e quindi dovetti chiedere alla concessionaria pagando circa 60€.

      Alla prossima! 🙂
      C.

      • Maddalena Penzo

        Io sto per fare la pratica: le normali officine non rilasciano il COC, ma il TÜV SUD (io sto a Monaco di Baviera) si. Anche nel mio caso, pare che mi costera’ ben meno di quanto mi hanno chiesto in Italia.

  • Ferdy Possidente

    Ciao Cristiano innanzitutto ti faccio i complimenti per il il tuo blog.
    Dunque io vivo a Stoccara da circa 9 mesi e ora vorrei immatricolare la mia auto in Germania, dunque mi è chiaro tutto riguardo la documentazione ma la mia domanda è “come faccio a bloccare la tassa del bollo annuale che ho in Italia?”
    Perchè dato che poi ne dovrò pagare già uno in Germania non ne vorrei pagare due contemporaneamente.
    Grazie in anticipo.

    • Ciao Ferdy! Sono felice che il blog ti sia utile. 🙂

      Riguardo la tua domanda: finchè non farai la radiazione della tua auto non cesserà l’obbligo del pagamento del bollo in italia, anche se hai immatricolato la macchina in Germania.

      Gli steps da fare sono questi:

      1) immatricola la tua auto in Germania
      2) fai la radiazione come ho descritto in questo articolo: http://goo.gl/4BRChN
      3) una volta radiata l’auto dal PRA non dovrai più pagare il bollo in Italia

      Fai attenzione, però, che il bollo non sia vicino alla scadenza annuale. Per esempio: se il bollo ti scade a fine Gennaio e immatricoli in Germania la tua auto il 28 Gennaio sarai comunque tenuto al pagamento della tassa anche per il 2016…e non sono previsti rimborsi (per quanto ne sappia).

      Il pagamento del bollo decade solo dal momento dell’effettiva radiazione dell’auto che, di solito, richiede circa 30/60 giorni a seconda dell’ufficio PRA.

      Alla prossima!
      C.

      • Ferdy Possidente

        Grazie per la tua risposta immediata e dettagliata,ti ringrazio nuovamente per il tuo aiuto.
        Alla prossima.

  • Linda

    Ciao! Vivo in Germania da 3 anni e ho acquistato qui un auto usata. Ora però sta avendo dei problemi e sto pensando, essendo un auto molto vecchia, di trasferire l’auto italiana intestata a mio padre qua da me. Cosa bisogna fare in Italia per esportare in regola l’auto? Servono documenti? Bisogna deimmatricolarla? Può essere un problema se al rilascio tedesco se l’auto non è intestata a me?

    Grazie mille
    Linda

  • Giuseppe

    Ciao, sto per trasferirmi in germania e porto la mia auto con me…ho trovato molto utile il tuo post ma non mi è chiaro un passaggio ovvero il punto 3 dove dici di farmi un’assicurazione. io l’ho appena rinnovata in Italia e quindi sono coperto per un anno ed ha validità anche all’estero quindi non capisco perché dovrei rifare l’assicurazione. la mia assicurazione italiana non può darmi questo codice evb o similare? non credo sia possibile che si debbano buttare 10 mesi di assicurazione per farmene un altra. ti ringrazio in anticipo

    • Ciao Giuseppe! Devi fare l’assicurazione tedesca solo se immatricoli la tua auto in Germania, quindi se metti la targa tedesca. Purtroppo non è possibile immatricolare l’auto in Germania e tenere l’assicurazione italiana.

      Un saluto
      C.

  • Antonio

    Ciao. In Italia una societa Svizzera Tedesca con sede proprio ad Hessen dal nome Dexcar, propone il nolleggio di una utilitaria nuova x due anni con i benefici del noleggio (assicurazione, bollo , tagliando) al costo di unica rata di 390€.
    L’auto però la devi attendere un’annata perche i tuoi soldi insieme ad altri soggetti aderenti al progetto vengono inseriti in un sistema a tabelle che però non ha niente a che fare con sistemi piramidali o Ponzi. La mia domanda era se tu hai visto o sentito parlare di questa societa in Germania e se la cosa sia veritiera.
    PS. Le auto che girano hanno un logo di una lampadina gigante nel fianco dell’auto.

  • Denis

    Ciao, ho intenzione di trasferirmi e di immatricolare la mia auto in Germania . Oggi ho contattato la mia assicurazione per richiedere l’attestato di rischio internazionale. Mi hanno detto che possono darmelo solo se gli presento i documenti della radiazione per l’esportazione . Volevo chiederti, nel tuo caso come hai fatto ad ottenerlo, te lo hanno dato prima? Ti ringrazio per la risposta

    • Ciao Denis!

      La mia vecchia assicurazione italiana (Zurich Connect) mi ha rilasciato l’attestato di rischio internazionale nel giro di una settimana e, addirittura, inviato per posta qui in Germania. E’ probabile che ogni compagnia abbia policy diverse al riguardo.

      Un saluto
      C.

      • Michael

        a me non hanno accettato l’attestato e aumentato il prezzo dopo la firma del contratto.. ora devo provare a farne uno in italiano con tutti i dettagli che vogliono e poi farlo tradurre da un notaio al consolato..

  • Antonio

    Ciao sono Antonio e vivo a Offenbach io sono in Germania da più di un’anno ma con la macchina da metà ottobre dell’anno scorso…sono obbligato ad immatricolarla entro aprile?

    • Ciao Antonio,
      scusa il ritardo della risposta. Teoricamente si, dovresti immatricolarla dopo max 6 mesi dal trasferimento in Germania.

      Un saluto
      C.

  • Riccardo Scandroglio

    Ciao Cristiano,
    ho dovuto immatricolare l’auto con targa tedesca dopo che la polizia mi ha fermato e mi ha chiesto da quanto vivo in Germania, scoprendo che avevo superato i 6 mesi.
    Ora è arrivato dal Zollamt un documento con cui si richiede il pagamento anche delle tasse arretrate, ossia dal periodo in cui mi sono trasferito in germania fino al momento in cui ho immatricolato l’auto con targa tedesca (8 mesi).
    In questo periodo ovviamente io ho pagato il bollo in italia, quindi sarebbe comoe pagare due volte la stessa tassa…solo in due stati diversi.
    HAi esperienza nel campo? qualcun’altro mi può aiutare?
    Grazie mille per ogni consiglio

  • Giandomenico Plaino

    Cristiano ancora grazie x le tue info…con oggi ho “anmeldato” (esattamente 1 anno dopo il sottoscritto… 🙂 witzig, oder???) la mia Alfa qui in Germania. Confermo (almeno qui a München) che al momento della nuova immatricolazione ti viene chiesto se vuoi la “Umweltplakette”, ovviamente io ho approfittato e ho pagato già subito anche quella…
    Inoltre avevo fatto la “Reservierung” x la targa per averne una un pò personalizzata, il tutto mi è costato 51,50 €.
    Spendo un 2 parole anche x il discorso del COC e del collaudo…se non si possede il COC (Certificate Of Conformity), il tipo di collaudo che va richiesto al TüV ha il seguente nome “Vollabnahme nach § 21”, e comprende il normale “Hauptuntersuchung+Abgasuntersuchung” (Collaudo principale+analisi delle emissioni di scarico”.
    In quel di München costa il tutto 159,50 €.
    Altra cosa: quando la motorizzazione ritira le targhe italiane rilascia il certificato da presentare in Italia per la radiazione dell’auto…
    Spero di poter essere stato utile a qualcuno che affronta la nuova esperienza di dover immatricolare la sua macchina all’estero.
    Ich bedanke mich nochmal und wünsche Euch allen einen schönen Abend!

    • Ciao Giandomenico!

      Benvenuto nel club dei “portatori sani di targa tedesca”! 😀
      Grazie a te per la testimonianza che hai lasciato, sarà sicuramente utile a tante altre persone.

      Alla prossima!
      C.

  • Fradavid Spada

    Ciao, il tuo articolo è molto istruttivo volevo chiederti se c’era la possibilità di parlare con te in privato per aver alcune informazioni in più attendo risposta grazie.

  • giuseppe

    ciao sapresti consigliarmi su come immatricolare la mia auto in Germania con la prerogativa che la macchina è in italia ed ha l’assicurazione scaduta, ma bollo e revisione regolare. Pensavo che con il libretto e il certificato di proprietà potessi immatricolarla e fare l’assicurazione tedesca, per poi andare in italia montare le targhe tedesche e portarmela su. Ma a quanto ho capito c’è il problema della revisione c’è un modo per poterla aggirare?

    • Ilaria M

      In base alla mia esperienza penso la risposta sia purtroppo negativa. Un’idea: fai un’assicurazione in Italia magari di soli 6 mesi (qualche agenzia dovrebbe farla) e immatricola l’auto in Germania alla quasi scadenza dell’assicurazione italiana, cosi non ci perdi troppo.

  • Paolo Pierini

    Grazie della guida, che sto seguendo pedissequamente per immatricolare una moto ad Amburgo (sto qui per i prossimi due anni e non ho voglia di tornare in Italia solo per fare la revisione).

    Comunque ad Amburgo, pur non riconoscendo per le moto l’attestato di rischio (quindi entri alla tariffa di ingresso) una assicurazione di responsabilita’ civile e furto per una BMWF650 del 2010 mi costa 175 Euro, mentre la filiale italiana della stessa assicurazione mi chiedeva 650 Euro in classe 5 (dopo 9 anni di contratto senza incidenti, sono partito da circa 1000 euro). Anche reimmatricolandola in italia tra due anni risparmio scocciature e soldi.

  • Giuseppe Albini

    Seguito i tuoi consigli e fatto immatricolazione! Unica nota dolente i tempi di attesa alla Zulassungsstelle….. Per la cronaca, mi hanno chiesto l’Anmeldung.

  • rossi marco

    ciao
    la mia domanda è semplice: abito in germania da poco ma sono residente in Italia.
    vorrei acquistare un auto usata qui in Germania per guidarla qui e non per portarmela in italia.
    come detto al momento non posseggo auto ne qui ne in italia.
    un amico mi diceva che non posso acquistare un auto qui per circolare per il semplice motivo che essendo residente in italia ,l’auto non posso assicurarla con assicurazione tedesca.
    è corretto cio che mi ha detto e ese si non cè una soluzione ?
    grazie

    • Ilaria M

      Non hai fatto l’Anmeldung in Comune?

  • andrea

    Ciao! Io sono residente in italia e circa un anno fà ho acquistato un auto in Germania, il concessionario mi aveva rilasciato delle targhe con scadenza, la mia domanda è questa, come devo fare per rinnovare il tutto? ti dico che al momento del mio acquisto, l’auto ha effettuato la revisione. Grazie mille

  • Giorgio De Nigris

    ciao !!! io ho fatto tutto quello che andava fatto ma per avere un riscontro se in italia l auto e stata radiata quanto devo aspettare?mi arriverà una lettera o mail o qualcosa del genere…nn vorrei avere sorprese di bolli per un auto già reimmatricolata!grazie mille illuminatemi

  • Massimiliano Baghin

    Domanda un po particolare.
    Risiedo in Germania da piu di un anno con la residenza fatta da tempo.
    Vorrei comprare un usato garantito da un mio amico meccanico in italia ma non vorrei fare dei doppi passaggi di proprieta.
    Posso trasportare l’auto con la targa prova in germania e poi immatricolarla li?

    • Ilaria M

      Ti riporto la mia esperienza. Non c’è bisogno di fare nessun passaggio di proprietà in Italia e in teoria nemmeno targa provvisoria. Noi abbiamo acquistato la macchina da un nostro amico-conoscente in Italia. L’unica cosa che abbiamo fatto è stato firmare un contratto di vendita in tedesco (modello si trova su Auto24 e siti simili) e abbiamo portato il contratto in motorizzazione insieme ai documenti sopra elencati. La motorizzazione ci ha rilasciato il libretto e nuovo certificato di proprietà intestati a mio nome. Tutto davvero facile ed economico.

      NOTA: tiene solo in mente che dal momento che il venditore vi passa la macchina fino alla registrazione in Germania avete bisogno di un’assicurazione. Quella del proprietario precedente è sufficiente (noi abbiamo fatto cosi), se il proprietario si fida a darvi la macchina, in quanto nel caso succeda qualcosa penso sia la sua classe di merito a rimetterci.

      • Enrico

        Salve. Casco dalla nuvole con la mia ignoranza in materia. Un mio parente sarebbe disposto a darmi una macchina. Dovrei andare in Italia e portarla qui in Germania. Visto che posso fare il passaggio di propieta direttamente qui in Germania ho il dubbio di come dovrei procedere visto che persona non raggiungermi qui..sarebbe sufficiente spedire questo modulo di Autoscout da li a qui dopo che il venditore ha compilato i vari campi e firmato?
        Grazie in anticipo

      • Leonardo

        Ciao, trovo davvero interessante il tuo post, perché sono in una situazione simile, mio padre vorrebbe vedermi un’auto intestata a lui che io userei qui in Germania (konstanz). Pensavo di fargli fare tutto in Italia, ma dopo averti letta tutto torna in discussione…
        La pratica di passaggio va fatta qui alla motorizzazione in Germania ? Ci vuole la presenza di mio padre? Per l’assicurazione, posso mamntenere la sua hai detto? Ma é unassicurazione italiana, non va cambiata con una tedesca ?

        • Ilaria M.

          La pratica va fatta in Germania, la presenza di tuo padre non è necessaria, l’assicurazione italiana vale fino a che non la immatricoli, ma in realta al momento di immatricolarla hai bisogno di un contratto di assicurzione tedesco, che diventerà attivi da momento che hai la targa tedesca.

  • Eraldo Kuka

    L’articolo molto chiaro però la mia situazione è un po diversa. Purtroppo la mia residenza napoletana mi obbliga ad assicurazioni con premi da usura, quindi uso una moto intestata a mia zia che risiede in Veneto… ho intenzione di trasferirmi a breve in germania, qualcuno ha idea nel mio caso come posso fare per abbreviare e semplificare i passaggi? Da considerare che anche se solo volessi fare qui il passaggio a mio nome e assicurare per portarla in germania ci vogliono 150 euro di passaggio più 1300 di assicurazione. Si può fare il certificato coc in Italia per abbreviare i tempi e magari fare già qui la demolizione per esortazione? Qualche idea?

    • Ilaria M

      Ti consiglio di leggere la mia esperienza riportata sopra, per vedere se può esserti utile. In base alla mia esperienza, puoi portare la moto in Germania senza fare niente in Italia, solo un contratto in cui tua zia vende la moto a te. Poi puoi fare tutto in Germania (assicurazione, immatricolazione). Spero sia utile!

  • Ilaria M

    Ciao! L’articolo è chiarissimo e mi è stato davvero utile! Io ho appena finito di immatricolare l’auto a Stoccarda. Volevo dare alcune informazioni aggiuntive

    1) confermo che il certificato COC può essere rilasciato dal TÜV. Tuttavia è bene precisare che non si tratta di un vero e proprio certificato COC ma di un certificato che (analogamente al COC) riporta le informazioni del veicolo. Costa circa 50 euro e per l’immatricolazione presso la motorizzazione è sufficiente. Infine notate che non tutti i centri TÜV (solitamente predisposti per la revisione) rilasciano questo certificato. A Stoccarda solo il centro principale TÜV fa questo servizio. Chiamate e informatevi prima di prendere appuntamento.

    2) auto comprata in Italia con certificato di proprietà e libretto intestati alla persona da cui l’avete acquistata? Niente di più semplice! Non c’è bisogno di fare nessun passaggio di proprietà in Italia e in teoria nemmeno targa provvisoria. Noi abbiamo acquistato la macchina da un nostro amico-conoscente in Italia. L’unica cosa che abbiamo fatto è stato firmare un contratto di vendita in tedesco (modello si trova su Auto24 e siti simili) e abbiamo portato il contratto in motorizzazione insieme ai documenti sopra elencati. La motorizzazione ci ha rilasciato il libretto e nuovo certificato di proprietà intestati a mio nome. Tutto davvero facile ed economico. NOTA: tenete solo in mente che dal momento che il venditore vi passa la macchina fino alla registrazione in Germania avete bisogno di un’assicurazione. Quella del proprietario precedente è sufficiente, se il proprietario si fida a darvi la macchina, in quanto nel caso succeda qualcosa penso sia la sua classe di merito a rimetterci.

    3) infine volevo dirvi che io le targhe italiane non le ho potute trattenere, così come libretto e certificato. Tuttavia come riportato sopra, mi è stato rilasciato un foglio (da inviare/consegnare) al PRA con scritto che hanno trattenuto tutto loro.

    Grazie ancora e buona immatricolazione a tutti!

    • maro rosso

      Ilaria ciao
      gia ho espresso la mia domanda ma non ho ricevuto risposta.
      vi chiedo: se vivo da qualke mese in germania , con regolare anmeldung e vorrei acquistare un auto per guidarla in germania e basta posso farlo?
      un amico mi diceva che non posso assicurarla.
      è davvero cosi?
      grazie

  • Claudia de Santis

    Ciao. Io mi sono trasferita in Germania da luglio e da una settimana ho anche qui la mia auto italiana. Il collaudo italiano l’ho fatto poco prima di portarla ed è tutto ok così come l’assicurazione che scade a dicembre (rinnovo semestrale). Il tuv qui è obbligatorio da subito oppure adesso con collaudo ed assicurazione italiani posso circolare fino alla loro scadenza?

    • Ciao Claudia. Il TÜV è obbligatorio nel momento in cui vuoi immatricolare la tua auto in Germania. Se pensi di non restare più di un anno, a mio avviso, puoi lasciare tutto com’è ora se invece hai in programma di trattenerti più a lungo dovresti iniziare a pensare all’immatricolazione dell’auto in Germania.

      Un saluto
      C.

  • Johnny Jack

    ciao a tutti, ho una domanda molto importante da fare
    io sono in germania da 9 mesi e giro con la macchina targata italiana ma non ho cambiato il mio indirizzo, sono ancora residente in italia. il prossimo mese cambio appartamento e volevo mettermi come secondo indirizzo qua, devo perforza cambiare targa o posso fare senza???

  • marco

    ciao Cristiano ti chiedo: se vivo da qualke mese in germania , con regolare anmeldung e
    vorrei acquistare un auto per guidarla in germania e basta posso farlo?
    un amico mi diceva che non posso assicurarla.
    è davvero cosi?
    grazie

  • Paolo Di Mauro

    ciao cristiano io vivo a berlino da tre anni ormai e vorrei in estate auando scendo risalire con la macchina…la domanda e` la procedura che tu spieghi per il cambio di targa eccettera cambia se la macchina non e intestata a me ma a mio padre?e in che modo allora bisogna procedere?grazie mille

    • Ciao Paolo! Si, la procedura ovviamente cambia. Dovresti fare il passaggio di proprietà quando scendi in estate e intestare l’automobile a nome tuo. Dopo puoi tranquillamente reimmatricolarla qui in Germania seguendo i passaggi che ho scritto nell’articolo.
      Un saluto
      C.

      • Paolo Di Mauro

        grazie mille

  • Deborah Filippi

    Ciao Cristiano mi sono trasferita in Germania da pochissimo (2 settimana) precisamente a Gelsenkirchen.
    Possiedo una macchina diesel anno 2002 e ho sentito parlare del fatto che bisogna installare un tipo di catalizzatore, solo il pezzo 500 euro più la manodopera 1000 euro… ne sei a conoscenza?? Grazie infinite.

    • Ciao Deborah! Ben arrivata in terra teutonica! 🙂

      La tua è una domanda da 1 milione di dollari! Scherzi a parte, non sono un tecnico e non sono in grado di darti la risposta giusta. Quello che posso fare, però, è consigliarti di andare nel centro TÜV più vicino a te e chiedere maggiori informazioni. Le officine TÜV sono specializzate per le revisioni delle auto e quindi sempre ben informate sulle normative vigenti. Qui trovi il link al TÜV di Gelsenkirchen: https://www.tuev-nord.de/de/privatkunden/tuev-stationen/gelsenkirchen/

      In bocca al lupo! 🙂
      C.

  • Deborah Filippi

    Grazie mille per l’aiuto.

  • Deborah Filippi

    Ciao Cristiano un’altra domanda.
    Ma se io che sono residente in Germania uso la macchina di un parente che vive in Italia pensi che ci siano delle limitazioni.
    Per quanto riguarda le tempistiche??
    Grazie mille..

    • Ciao Deborah,

      non penso che ci siano particolari problemi e/o limitazioni al riguardo. Nel caso di un controllo stradale da parte della Polizia, però, potrebbero farti comunque storie sul perchè sei residente in Germania e l’auto è ancora immatricolata in Italia. Se ho imparato una cosa in questi anni in Germania è che con le autorità tedesche non si tratta (come si può fare a volte da noi!), per loro o è bianco o è nero. Io ti consiglio di immatricolare l’auto qui in Germania se pensi di restare più di 1 anno altrimenti puoi aspettare e semmai farlo in seguito.

      Per le tempistiche: se ti riferisci all’intero processo per l’immatricolazione ti dico che in 15 giorni (se hai tutta la documentazione che ti occorre) fai tutto.

      Un saluto
      C.

  • Deborah Filippi

    Grazie di nuovo

  • Pietro Dell Erba

    Ciao Cristiano,
    Sai per caso come funziona questo processo nel caso in cui la macchina è cointestata? C’è bisogno di emtrambi gli intestatari?
    Grazie,
    Pietro

    • Ciao Pietro,
      non ne sono sicuro ma suppongo che, in caso di co-intestazione dell’auto, siano necessari entrambi i proprietari. Per sciogliere ogni dubbio potresti chiedere informazioni alla Zulassugsstelle più vicina a te.

      Un saluto
      C.

  • Simona

    Ciao Cristiano,
    sapresti dirmi se per immatricolare l auto é sufficiente l Anmeldung presso il Bürgeramt (domicilio) o se occorre anche avere la residenza?
    Grazie

    • Ciao Simona,
      a questa domanda non so risponderti con sicurezza. Ti consiglio di chiedere lumi alla Zulassungsstelle più vicina a te. Facci sapere cosa ti hanno detto, potrebbe essere utile per gli altri lettori del blog. Grazie!

      Un saluto 🙂
      C.

      • Simona

        Ciao Cristiano,
        mi sono informata alla Zulassungstelle e mi è stato richiesta solo la registrazione presso il Bürgeramt..
        Segnalo anche che a me non è stato chiesto il certificato COC,
        Grazie,
        Saluti

  • Filippo De Angelis

    Ciao Cristiano,
    sto prendendo la patente A2 in Italia e progetto di trasferirmi in Germania quest’estate. Volevo chiedersti se fosse necessario rifare l’esame di teoria in caso volessi prendere la patente B o A3, visto che in Italia non è necessario.

    • Ciao Filippo,
      su questo tema, purtroppo, non sono molto ferrato! Ti consiglio di chiedere informazioni all’Autoscuola che frequenti oppure cercare su Google un’autoscuola – (Fahrschule) – nelle vicinanze di dove ti trasferirai e scrivergli una email al riguardo. La mail, ovviamente, puoi scriverla in inglese, qui lo parlano correttamente quasi tutti.

      Un saluto 🙂
      C.

  • Maurizio Campagna

    Ciao sapresti dirmi come funziona il gancio traino e carrello. X l’assicurazione. Lo.

  • damo behaj

    Ciao Cristiano.Grazie ai tuoi Consigli ho immatricolato la mia auto in Germania. Grazie di Cuore.

    • Ciao Damo! Mi fa molto piacere che il post ti sia stato di aiuto.
      Grazie a te 🙂
      C.

      • Leonardo

        Salve Cristiano, ho da poco scoperto la tua utile pagina essendo alla ricerca di info per chi voglia immatricolare la propria auto italiana in Germania.
        Nel mio caso si tratta dell’auto di mio padre che ha già ceduto a me da anni ma non ha cambiato proprietà visto che ho voluto sfruttare la sua classe di merito per l’assicurazione. Ora però mi si pone il grande dubbio che lui ( residente in Italia) possa mantenere l’assicurazione italiana pur immatricolando il veicolo qui in Germania . Mi è sembrato di leggere qui da una ragazza che sarebbe teoricamente possibile.
        Ne sapresti di più in merito ?

        • dario devoto

          Io sono quasi certo che con targa tedesca serva assicurazione tedesca,
          Per tua info comunque, sto terminando la procedura per una moto, mi manca solo l’ultimo step della motorizzazione. ho già il codice eVB e considera che prima ero in classe 04 e pagavo 260€ all’anno solo RC. Qui ho stipulato una polizza di 8 mesi – il clima rispetto la Liguria è leggermente differente 😉 – comprensivo incendio / furto attivandalici (TeilKasko) pagherò circa 80€. riconoscendomi solo gli ultimi 5 anni dell’attestato di rischio (come se in Italia fossi in CU 09).

          Ciao

  • Giovanni Capecchiacci

    Ciao Cristiano, seguendo le tue informazioni (di cui ti sono sinceramente grato!) ho appena trasferito la vecchia macchina di mia moglie. Prima immatricolazione anno 2000, non aveva quindi il certificato COC, ma al TÜV non hanno avuto problemi e dopo il collaudo mi hanno rilasciato i documenti necessari ed è filato tutto liscio.
    Grazie ancora

    • Salvo Tosto

      Ciao potrei sapere quando ti è costato il tutto, ho una c3 del 2003,che è un euro 3

      • Giovanni Capecchiacci

        Tra i 300€ e i 400€, non so se la classe di inquinamento influisca sui costi.
        Probabilmente per la tua C3 servirà il certificato COC che costa 100-130,00€

  • AB84

    Ciao Cristiano, grazie per la tua guida veramente utile. Tuttavia il mio caso è un pò diverso: mi sono appena trasferito in Germania per lavoro e vorrei portare quì la mia auto acquista nuova circa 2 mesi fa. Ho letto su altre guide che per poter portare la macchina in Germania è necessario che abbia almeno 6 mesi e 6000 km. Io non ho nessuno dei due: 3200 km e 2 mesi! Hai qualche idea di come potrei fare o a chi rivolgermi? Grazie

  • dario devoto

    Ciao Cristiano, grazie del Post, utilissimo.
    Ci sono quasi mi manca solo lo step 4.
    Confermo che il COC non è più necessario in quanto al TueV rilasciano direttamente una “Bestaetigung der technischen Daten”, —– per lo meno questo è quanto mi è stato detto qui in baviera.
    Settimana prossima vi aggiorno.

  • Fede

    Salve ragazzi, sapete se per farlo è obbligatoria l’iscrizione all’AIRE? Io torno spesso in Italia quindi non avrei problemi nell’andare direttamente all’ACI a fare la cancellazione. Grazie per la risposta!!

    • Ilaria M.

      Dalla mia esperienza mi risulta che non serve essere iscritto all’AIRE se non intendi usufruire dei servizi offerti dal consolato. Tuttavia è bene ricordare che i cittadini italiani che si trasferiscono all’estero e intendono restarci per più di un anno, sono obbligati entro 90 gg a registrarsi all’AIRE.

  • Stefano

    Ciao siccome io da 4 mesi vivo in germania x lavoro stagionale mi voglio comprare una macchina x scendere 3 mesi giu e risalire vorrei sapere x l’assicurazione con l’attestato di riscio come ho letto nn serve mi devo far mandare un foglio internazionale x riconoscere la mia classe di merito? Scusate la mia ignoranza come dovrò fare? Devo chimare il mio assicuratore ho farla online ?grazie in anticipo

  • Stefano

    Ciao a tutti Praticamente io lavoro stagionale 7 mesi se faccio l’assicurazione auto in germania ovviamente compro la macchina qui quando mi tolgo anmeldung e torno in italia 4 mesi mi succede nnt?? Attendo risposte da voi esperti grazie

  • Sara Bernardis

    Buongiorno. Ma se io e mio marito siamo comproprietari può lui immatricolarla in Germania senza la mia firma? E poi lui non si è fatto dare ne targhe né copie né alcuna dichiarazione. Come faccio?